5. (00)

Home
Su
1.
2.
3.
4.
6.

 

La proposizione Ŕ una funzione di veritÓ delle proposizioni elementari.

(La proposizione elementare Ŕ una funzione di veritÓ di se stessa.)

5.01    Le proposizioni elementari sono gli argomenti di veritÓ della proposizione.

5.02    ╚ facile confondere gli argomenti di funzioni con gli indici di nomi. Io riconosco infatti sia dall'argomento, sia dall'indice il significato del segno che li contiene.

Nel russelliano "+c", ad esempio, "c" Ŕ un indice il quale avverte che tutto il segno Ŕ il segno d'addizione per i numeri cardinali. Ma questa designazione si fonda su una convenzione arbitraria e, invece di "+c", si potrebbe anche scegliere un segno semplice; in "~p", invece, "p" non Ŕ un indice, ma un argomento; il senso di "~p" non pu˛ esser compreso senza che prima sia stato compreso il senso di "p". (Nel nome Giulio Cesare, "Giulio" Ŕ un indice. L'indice Ŕ sempre una parte d'una descrizione dell'oggetto al cui nome noi aggiungiamo l'indice. Ad esempio, il Cesare della gente Giulia.)

La confusione d'argomento e indice sta a base, se non erro, della teoria fregeana del significato delle proposizioni e delle funzioni. Per Frege, le proposizioni della logica erano nomi; gli argomenti di esse, gli indici di questi nomi.

5.1 - 5.6